Acquisire clienti: come vendere con l’inbound marketing

Acquisire clienti: come vendere con l’inbound marketing

Fare marketing online non è per nulla semplice, sono d’accordo il 72% degli iscritti al mio ultimo corso sull’inbound marketing. L’inbound marketing dovrebbe aiutare a costruire relazioni coi potenziali clienti, ma dovrebbe anche essere in grado di aiutare la tua azienda nella vendita. Perché, diciamocelo, il motivo per cui devi farlo è aiutare ad

Questo processo però richiede tempo e denaro e se non si rivelerà utile, diventerà difficile continuare a giustificarlo nel budget.

Come fai ad essere sicuro e dimostrare che le campagne marketing che fai servono davvero a qualcosa?

Ti darò una dritta io.

Secondo uno studio condotto da Kentico (azienda americana):

  1. Il 74% dei consumatori si fidano dei contenuti aziendali di tipo educazionale (ottima notizia, continua a creare contenuti online sul tuo blog aziendale, nelle email, nel sito e nei social!)
  2. La fiducia diminuisce del 29% se il contenuto include frasi di vendita

Questo è il peggior errore che vedo nelle aziende che provano a fare marketing online, perché finiscono sempre con il provare a vendere qualcosa a qualcuno.

Se vuoi acquisire clienti online, 
devi veramente stare attento 
al modo in cui vengono espressi i contenuti.

Ecco alcune tattiche da adottare.

1.Trasparenza.

La ricerca di Kentico ha trovato una delle principali soluzioni al problema: l’onestà. Questo si traduce in:

  1. Metti sempre le fonti. Secondo la ricerca, la maggior parte degli utenti online controlla i fatti e i dati riportati sui blog aziendali.
  2. Non dire mai mezze verità. Verresti subito scoperto e allontaneresti le persone invece che avvicinarle alla tua azienda.
  3. Paragona la tua azienda ai tuoi concorrenti in una maniera che sia utile ai tuoi potenziali clienti. Questa è la cosa più difficile, ma ti garantisce di risultare affidabile e onesto. Fai ad esempio un paragone tra prodotti oppure un blog post in cui spieghi quali sono i punti di forza e le specializzazioni tue e dei tuoi concorrenti. Guarda ad esempio come ha fatto HubSpot (il più famoso e utilizzato software per l’inbound marketing al mondo) per confrontare i suoi rivenditori in Italia

L’onestà prima di tutto! Questa può essere una caratteristica che ti differenzierà dagli altri.

2.Riprova sociale.

La riprova sociale è importantissima per garantirti la fiducia dei tuoi potenziali clienti: il 92% degli utenti online si fida di più di contenuti che di messaggi pubblicitari.

Per la riprova sociale, crea contenuti con i tuoi clienti e gli influencer del tuo settore, ad esempio HubSpot invita tutte le agenzie di marketing ai propri webinar. Avere ospiti ai tuoi webinar oppure citarli nei tuoi blog post, dimostrerà che le persone sono felici di lavorare con la tua azienda.

3.Il contenuto deve essere il vero protagonista delle tue strategie online

Pensa bene al messaggio che vuoi condividere con i tuoi potenziali clienti:

Se il primo contenuto che trovano sarà un’offerta commerciale (prima ancora che conoscano chi sei) non avranno motivo per fidarsi di te e accettare.

Ricorda: pensa sempre allo stadio del buyer’s journey in cui si trovano i tuoi potenziali clienti prima di creare e promuovere un qualsiasi contenuto. L’idea migliore sarebbe quella di personalizzarlo addirittura in base alle informazioni che hai su ogni contatto.

Creare fiducia è uno degli obiettivi più importanti dell’inbound marketing. Se esageri, o lo fai troppo presto o in modo sbagliato, tutto il tuo lavoro sarà stato inutile. Ma se riesci a trovare il giusto equilibrio tra contenuti educativi e promozionali, i tuoi potenziali clienti risponderanno meglio quando riceveranno il primo messaggio di vendita.


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *