Blog aziendale per fare business? Cosa ti serve per iniziare

Blog aziendale per fare business? Cosa ti serve per iniziare

Vuoi uno strumento per aumentare la tua autorità online? E che porti anche traffico al tuo sito? E che aumenti le conversioni per creare un buon database aziendale? E che ti aiuti a trovare clienti? Io ho scoperto che tutte queste cose si possono fare con un blog. E oggi ti svelo come usarlo per i tuoi scopi.

Hai sempre desiderato essere il leader nella tua nicchia di mercato?

Sai come fare per essere la prima azienda a cui i tuoi potenziali clienti pensano quando cercano una soluzione ai loro problemi, quando cercano un prodotto come il tuo?

  • Se io ti chiedessi “Pensa a una marca di telefoni cellulari” è molto probabile che tu risponderesti Apple o Samsung.
  • Se io ti chiedessi “Pensa a una marca di jeans” è molto probabile che tu risponderesti Diesel o Levi’s.

Queste aziende se lo sono guadagnato nel tempo e sono diventati i numeri uno nella loro nicchia di mercato. Certo, dietro ci sarà stato un enorme budget e anni di lavoro da parte del marketing.

Ma nell’era del web puoi riuscirci anche tu senza un budget esagerato. 😉

Quello che ti serve per iniziare è un blog: oggi i consumatori sono più esperti e sono stanchi della pubblicità tradizionale. Cercano sul web informazioni utili che lo guidino nel loro processo decisionale. Il blog per le aziende è un modo per aiutarli: puoi creare fiducia e stabilire relazioni personali per la vendita.

Ecco tutto ciò che devi sapere per iniziare a utilizzare questo strumento per indirizzare il traffico verso il tuo sito, aumentare le conversioni e far crescere la tua attività.

Scegli una piattaforma

Scegliere la giusta piattaforma è il primo step. Io ho iniziato con WordPress ma poi ho scoperto HubSpot, un software di inbound marketing che ti permette di avere sito integrato con il blog, con le landing page, con il database di contatti che crei, con le email che devi mandare, ecc.

Leggi questa guida in cui ti spiego come scegliere il software giusto per te >>

Chi vuoi attirare? Crea il tuo cliente ideale

Dopo aver definito la piattaforma che fa al caso tuo, devi definire attentamente il tuo target, che nell’inbound marketing si chiama “buyer persona”.

Devi pensare a lui a tutto tondo, guarda qui un esempio per chi lavora nel campo dell’edilizia innovativa:

“Dopo aver controllato i dati dei clienti attuali, è emerso che nel 72% sono uomini e nel 28% sono donne. La loro età media è tra i 32 e i 42 anni. Sono imprenditori che vogliono costruire la casa dei loro sogni per la loro famiglia. Sono appena sposati o hanno già dei figli. Vogliono una casa più grande di 200 o anche 300mq. Vogliono una costruzione di lusso anche per far colpo sugli amici e cercano sistemi costruttivi innovativi. Sono aperti a nuove invenzioni, ma hanno bisogno della sicurezza che non ci saranno problemi in futuro.”

Scopri qui come crearlo per essere sicuro di creare una gusta comunicazione >>

Di cosa dovresti parlare?

Chi sa parlare meglio del tuo settore? 
Chi conosce bene il tuo prodotto? 
Chi sa dare i migliori consigli ai tuoi possibili clienti?
Tu e la tua azienda ovviamente!

A volta ai mei corsi ci sono persone che mi dicono “ma io non so cosa scrivere…”  

Beh, invece tu sei la persona più adatta di tutti a sapere cosa scrivere, perché sei nel settore da anni e lo conosci meglio di chiunque altro.

  • Se sei un costruttore di case, parla delle tue tecniche costruttive.
  • Se hai un ristorante, parla delle tue conoscenze in cucina.
  • Se sei un arredatore, parla dei consigli per arredare meglio.

5 consigli per creare contenuti favolosi

1.Utile

Hai capito a chi devi scrivere, che bisogno ha e quali sono i suoi desideri. Quindi scrivi cose utili per loro (evita news aziendali o evita di dire solo quanto sei bravo, guarda come sto facendo io in questo momento).

2.Crea un calendario

Per fare in modo che funzioni, devi essere costante. Più scrivi e più risultati avrai. Ti consiglio di creare un calendario editoriale e metterti degli allert periodici per ricordarti di scrivere.

3.La qualità è importante

I tuoi post non devono essere lunghissimi, è molto più importante che siano utili. Quando li scrivi pensa “cosa penserei io se trovassi questo articolo online?”

4.Scrivi quello che sai

Il modo migliore è scrivere cose che capisci e di cui sei appassionato. Se ci sono argomenti della tua attività di cui non sei esperto, puoi fare guest post invitando altre persone a scrivere sul tuo blog. È bello anche dal punto di vista del cliente leggere diversi punti di vista.

5.Aumenta il database

Se aggiungi un pulsante o Call To Action alla fine del post blog, le persone lo cliccheranno e seguiranno i percorsi che tu hai creato per loro fino a diventare contatti del tuo database e clienti della tua azienda. Leggi la guida sull’inbound marketing per scoprire come fare questi step successivi:


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *