Come Aumentare Visite Sito partendo da Zero

Come Aumentare Visite Sito partendo da Zero

Nel mondo della SEO ultimamente si parla moltissimo di “vecchi domini” perché sembra che siano più autorevoli di quelli recenti e riescano a posizionarsi molto più facilmente sui motori di ricerca come Google. Come si può fare a posizionare un sito con un nuovo dominio allora?

In effetti, sembra proprio che i vecchi domini siano avvantaggiati rispetto a quelli più giovani. Anche se tu provassi con il tuo nuovo dominio a pubblicare periodicamente sul blog, generare backlink e creare una solida base di followers sui social, loro sarebbero sempre un passo avanti a te. Ma questo non significa che per te non ci sia speranza.

Come Aumentare visite sito con un nuovo dominio

1.Ricerca le keyword

Se hai appena aperto un nuovo dominio, stai partendo da zero. Non hai vecchi dati da analizzare e devi creare la tua strategia di keyword partendo da zero.

Immagino che la prima cosa che ti verrà in mente di fare sia esaminare le keyword più importanti per il tuo settore, ma siccome il tuo processo SEO non sarà ancora ben definito (a meno che tu non sia un guru della SEO) il tuo elenco sarà composto solo dalle keyword per cui tutti stanno cercando di posizionarsi.

Cerca invece di utilizzare dei tool specifici per la ricerca di keyword come SEMrush o HubSpot (che uso anche io, qui puoi vedere un video di come funziona e cosa ti aiuta a fare) per spiare i tuoi concorrenti. Scegli i tuoi 5 principali concorrenti e controlla quali sono le keyword per cui si sono posizionati in maniera organica. Dovrebbe essere un buon punto di partenza, considerando che anche loro avranno studiato prima di fare certe scelte SEO.

2.Guest Blog

Il guest blogging ha moltissimi benefici: ti mette in contatto con i tuoi potenziali clienti che altrimenti non saresti riuscito a raggiungere, crea backlinks e aumenta il traffico al tuo sito. Consiglio: invece di aggiungere nei guest blog un link alla tua homepage, manda le persone direttamente a una landing page in cui possano trovare contenuti interessanti e diventare tuoi contatti.

3.Campagne a pagamento

La SEO e il content marketing sono due strategie che ripagano nel lungo periodo, ma non ti puoi aspettare di vedere domani i risultati del lavoro che stai facendo oggi. Le campagne a pagamento, d’altra parte, ti consentono di aumentare velocemente il traffico in poco tempo e a mio avviso sono la migliore strategia per iniziare.

Ovviamente, per avere i migliori risultati, alcuni test sono necessari per capire cosa funziona meglio per i tuoi potenziali clienti e cosa invece  si rivela essere un buco nell’acqua.

Secondo HubSpot, il 54% degli utenti nel web non cliccano i banner pubblicitari perché non si fidano, ma hanno scoperto che con il retargeting il 70% degli utenti è molto più propenso alla conversione. Questo significa che se fatte nella maniera corretta, le campagne a pagamento possono portare grandi risultati. Se invece la campagna non viene studiata bene all’inizio o non viene analizzata e migliorata spesso, il budget può venire facilmente sprecato in leads non a target per l’azienda.

 

4.Crea la tua base di followers sui social

Come per la SEO, ci vogliono tempo e pazienza anche per aumentare il numero di Mi Piace su Facebook e i followers sugli altri social. Secondo HubSpot, l’83% dei responsabili marketing quest’anno investirà in iniziative di social media marketing. Se si tiene conto del fatto che il 61% di quelli che spendono almeno 6 ore alla settimana sui social hanno visto un aumento nel posizionamento organico, non è difficile capire che anche questo non è un elemento da dimenticare. Leggi questa guida per approfondire l’argomento social per aziende e creare la vostra pagina Facebook.

5.Aumenta la lista di contatti

Con l’inbound marketing dovresti riuscire a convertire le visite in contatti che si aggiungono alla lista del tuo database. A loro dovresti poi mandare DEM periodiche (se non sai nulla di DEM, ti consiglio di leggere prima questo articolo) per farli tornare sul tuo sito e aumentare anche in questo modo il traffico. Se sono contatti convertiti con una buona strategia, sicuramente saranno contenti di ricevere le tue comunicazioni e torneranno volentieri sul tuo sito. La cosa difficile è iscriverli alla newsletter: puoi farlo con la form per l’iscrizione al blog sulla barra laterale delle pagine di ogni articolo come fanno tutti oppure con landing page ottimizzate come ti mostriamo in questo video.


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *