Cos’è il buyer persona e come iniziare una strategia online

Inserito da Alessandro Ferrari il 09/01/17 13.00

Cos’è il buyer persona e come iniziare una strategia online 

Tutta la strategia online aziendale si basa su una sola cosa: la comunicazione adatta al proprio cliente, cioè la persona con cui l’azienda si vuole mettere in contatto. E queste persone sono proprio i buyer persona. Vediamo insieme come creare i giusti profili e ottenere risultati sulla strategia di marketing online.

Cos’è il buyer persona

Il buyer persona è una rappresentazione del tuo cliente ideale basata su alcune caratteristiche come ad esempio:

  1. Informazioni demografiche
  2. Abitudini
  3. Obiettivi
  4. Punti deboli

Pensa a tutte le persone che navigano nel web ogni giorno: è impossibile per la tua azienda (come per qualsiasi azienda) far trovare il tuo sito ad ognuna di loro e mettersi in contatto con tutti.

La cosa più intelligente da fare, in un mondo in cui i concorrenti spuntano come i funghi, è cercare di concentrarsi solo su una fetta di mercato adatta alla propria azienda. E più specifici si è, meglio si riuscirà ad avere successo.

 

Come usare i buyer persona

Creare un profilo dettagliato per i propri potenziali clienti serve in tutti gli stadi dell’inbound marketing:

  1. Nella fase di attrazione dei visitatori al sito, serve ad esempio per capire come scrivere i titoli degli articoli del blog per avere un maggior numero di click o per migliorare i testi dei post sui social per aumentare i Mi Piace su Facebook. Non sottovalutare le immagini: sapendo con chi hai a che fare potrai anche capire come realizzare un template per il tuo sito adatto a loro.
  2. Nella fase di conversione, saprai esattamente quali sono i punti deboli dei tuoi potenziali clienti su cui fare leva per riuscire a convertirli sulle Landing Page
  3. Nella fase di chiusura ti saranno molto utile per scrivere email ad alto tasso di apertura e di click

 inbound-marketing-pmi

Come creare il buyer persona

La prima cosa da fare è creare un elenco di domande a cui rispondere per creare il profilo ideale del tuo buyer persona. Alcune delle domande standard (che vanno bene per tutte le aziende b2b, e adattato va bene anche per chi lavora nel b2c) sono ad esempio:

  1. RUOLO. Qual è il suo ruolo in azienda? Che capacità e competenze ha?che strumenti usa per lavorare? A chi deve rendicontare il lavoro che svolge?
  2. AZIENDA. In che tipo di azienda lavora? Quanto è grande la sua azienda?
  3. OBIETTIVI. Quali sono i principali obiettivi nel suo lavoro?
  4. PUNTI DEBOLI. Quali sono i suoi punti deboli? Quali sono i suoi problemi? Come puoi aiutarlo a risolverli?
  5. PREFERENZE DI ACQUISTO. Che esperienza di acquisto si aspetta? Ha preferenze di acquisto?
  6. USO DEL WEB. Dove cerca le informazioni online? In che modo usa internet? Usa i social? Quali? È iscritto a un blog di settore?
  7. Quali sono le sue obiezioni più comuni al tuo prodotto o servizio?

Poi inizia una ricerca sul tuo buyer persona: più sarà specifica e meglio riuscirai a creare un piano di comunicazione completo.

Consiglio: Puoi conoscere meglio il tuo buyer persona intervistando i tuoi attuali e vecchi clienti, usando un questionario o facendo anche delle domande ai tuoi commerciali, che sono le persone che passano più tempo con loro per vendere i vostri prodotti o servizi.

 

Una volta completato il profilo del tuo buyer persona, sei pronto per iniziare la tua strategia online. Scarica questo workshop gratuito e scoprirai quali sono i primi step da cui ti conviene partire per avere successo assicurato con la strategia che quasi tutte le aziende stanno utilizzando online: l’inbound marketing.

Corso Gratuito Gli Strumenti dell'Inbound Marketing

Alessandro Ferrari

Scritto da Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Categorie: Formazione