Creare Landing Page Perfette si Può: Ecco Come Fare

Creare Landing Page Perfette si Può: Ecco Come Fare

Dopo aver parlato di come fare le email, oggi vi vorrei spiegare esattamente come fare delle buone Landing Page, per due motivi:

  1. Le Landing Page sono il cuore pulsante dell’Inbound Marketing, sono il metodo migliore e più efficace esistente per trovare nuovi contatti profilati per la tua azienda
  2. Senza le Landing Page non ottieni contatti, e senza contatti a chi mandi le email di cui ti ho parlato la settimana scorsa?

Le landing page sono una degli elementi più preziosi per i responsabili marketing, tanto che:

  • Circa il 62% di essi sostiene che rappresentano il modo migliore per creare conversione
  • Il 44% ne costruisce una per ogni singola campagna marketing
  • Il 68% dei business-to-business (B2B) le usa per nuovi contatti e vendite.

Benissimo, quindi le Landing Page sono fondamentali. Ma come puoi immaginare, costruirle non è così semplice.

Infatti mi sono accorto che molti siti delle persone che seguono il mio blog, hanno pagine Landing che non funzionano come dovrebbero. Il problema sorge quando le landing page non sono in grado di creare conversione, ma portano l’effetto opposto, allontanando il potenziale cliente.

Ecco quindi che ti spiego quali sono le cose che non devi mai sbagliare quando ne crei una, o se ne hai già qualcuna presente sul tuo sito, come dovresti modificarla.

7 errori da non commettere MAI nelle landing page e come correggerli 

Errore #1 – Landing page con form troppo invasive

Molto spesso le landing page non svolgono bene il loro lavoro a causa delle form, e molti utenti escono dalla pagina per 3 motivi principali:

  1. Perché le form richiedono troppi dati, che le persone non sono disposte a condividere
  2. Perché sono uno dei tanti elementi della pagina, non risaltano come grandezza, colore o posizione, e i visitatori vengono distratti da altri link o altre opportunità offerte dalla pagina.
  3. Oppure addirittura a volte compilarle è complicato: non si capisce cosa venga richiesto (pensa ad esempio alle form in cui c’è il campo “oggetto” e “messaggio”, che cosa ti aspetti che scrivano le persone?).

Per questo è importante che le landing page abbiano form di facile comprensione e di veloce compilazione, richiedendo solo i dati strettamente necessari.

Errore #2 – La confusione! 

Stop alla confusione: le landing page devono essere pensate per un solo scopo. Se stai progettando una landing page con più obiettivi o che presenta troppe scelte, forse non hai ancora capito il significato profondo di ciò che stai facendo: una landing page è fatta per avere una sola azione da compiere per l’utente che la visualizza.

Errore #3 – La scrittura vince sempre 

L’elemento segreto per una landing page che converte è una buona stesura dei testi. Testi ricchi, accattivanti e che promettano al lettore di ottenere qualcosa, instaurando un rapporto emotivo. I testi, inoltre, dovrebbero parlare la stessa lingua dell’utente. Non pensare al design, ma prima di tutto al testo che vuoi scrivere nella pagina, perché è con quello che si convincono davvero le persone!

Errore #4 – Troppo testo? No no no! 

Restando sempre in tema di scrittura ricorda un’altra cosa fondamentale: evita di inserire troppo testo e troppe informazioni sulla landing page, perché può distrarre l’utente, generare confusione e portare a un allontanamento del potenziale cliente. Hai circa 5 secondi per catturare l’attenzione dell’utente quindi sfruttali! Usa le liste puntate, i grassetti e le evidenziazioni sulle peculiarità più importanti dell’offerta.

Errore #5 – La lentezza del caricamento 

Studi del settore riferiscono che il 40% degli utenti abbandona un sito web se questo impiega più di tre secondi a caricarsi. Pensi che sia diverso per le landing page? No! È la stessa identica cosa, per cui elimina la grafica e il testo non necessario e verifica i tempi di caricamento su dispositivi desktop e mobile.

Errore #6 – Look e design 

Anche se come abbiamo detto prima non è la cosa principale, non è di certo da sottovalutare: il look conta, la grafica deve rispettare lo stile del tuo sito web o dell’email da cui provengono le visite. E ricorda: ogni landing page che si rispetti deve essere ad una sola colonna per una maggiore pulizia grafica e un aiuto alla lettura del messaggio.

Inoltre non ignorare i principi basilari di progettazione grafica: devi nascondere tutte le barre di navigazione, sottolineare i link ed assicurarti che le CTA siano ben visibili.

Errore #7 – Credibilità 

Esistono tantissimi esempi di aziende che hanno aumentato le loro vendite o le conversioni sulle landing page semplicemente aggiungendo testimonianze reali, offrendo dei risultati concreti riguardanti i propri servizi e prodotti e inserendo dei termini legali chiari e leggibili. Quindi sii credibile e utilizza la Riprova Sociale anche qui, come ti ho spiegato nell’articolo sulla persuasione.


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *