Facebook sta per morire?

Facebook sta per morire?

Se stai leggendo questo post vuol dire che il titolo, volutamente provocatorio, ha colpito pienamente nel segno. E so anche cosa stai pensando in questo momento:

Alessandro, ma sei impazzito? Per quale motivo Facebook sarebbe in punto di morte se in realtà è il social network più potente e diffuso al mondo?

Sai che ti dico? Che hai perfettamente ragione!

Facebook è il re dei social network e questo nessuno lo mette in dubbio, siamo tutti d’accordo.

In realtà però, vuoi sapere qual è il vero problema da cui nasce questa mia profonda considerazione?

Se anche tu hai una pagina facebook per il tuo business, sono certo che ti sarai sicuramente accorto che negli ultimi tempi la visibilità dei tuoi post è drasticamente diminuita, anzi rasenta quasi lo zero assoluto!

In più la perdita di visibilità è direttamente proporzionale al numero di fan, quindi più ne hai e meno persone vedranno i tuoi post.

Il buon Zuckerberg infatti, da tempo ormai, ha ben pensato di stravolgere l’algoritmo di Facebook (l’EdgeRank, ovvero il meccanismo che stabilisce quali post farci vedere) dando sempre minor visibilità ai post organici delle pagine.

Il risultato, nonché la tremenda verità da digerire?

Che oggi se vuoi ottenere visibilità devi pagare e promuovere i tuoi post, altrimenti è come parlare ai muri

Fantastico!

Non per niente i nostri newsfeed sono diventati un continuo susseguirsi di post sponsorizzati, offerte e annunci vari… e te ne sarai senz’altro accorto anche tu.

Quindi alla luce di questa rivoluzione senza precedenti, ecco perché mi viene seriamente da pensare che forse…

…Facebook sta veramente per morire!

Dato che le nostre newsfeed sono quasi interamente invase da pubblicità, se la gente si fosse già stancata e bramasse di fuggire una volta per tutte da facebook?

Che succederebbe? Potrebbe essere davvero la fine del re dei social network?

Lapide-FB.png

Previsione troppo catastrofica, dici?

Forse, ma alla luce dei fatti mi viene spontaneo pormi qualche domanda.

Le inserzioni e i post sponsorizzati che vediamo sono targetizzati certo, e conformi a quelli che sono i nostri interessi, quindi logicamente dovrebbero interessarci, ma come in tutte le cose il troppo storpia e alla fine… stanca!

Le tante pubblicità che vediamo potrebbero diventare elementi di disturbo e così anche l’adv su facebook finirebbe col diventare uno strumento invadente di interruption marketing, il marketing outbound vecchio stile che interrompe e disturba di continuo le persone.

Siamo quindi destinati a dover sborsare cifre da capogiro per calamitare l’attenzione dei nostri fan con il rischio però, di diventare troppo invadenti?

Purtroppo c’è buona probabilità che sia così ma non è detto, perché in casa Facebook le novità sono all’ordine del giorno e pare che Zuckerberg abbia appena annunciato un ulteriore cambiamento nelle complesse dinamiche che regolano il funzionamento dell’algoritmo…

Il tempo dedicato ai Contenuti esterni sarà la chiave di volta per conquistare Visibilità!

Ecco la novità: il nuovo algoritmo premierà i contenuti che destano maggior interesse tra i fan, e per i quali dedicheranno quindi maggior tempo nel leggerli e interagire con essi.

La nuova equazione sarebbe quindi la seguente:

maggior tempo speso dagli utenti nel leggere un contenuto = maggior visibilità dello stesso perché ritenuto da facebook interessante

Fino ad oggi infatti, facebook premiava più la quantità (like, commenti ecc.) piuttosto che la reale qualità dei contenuti.

Alla base di questa decisione, c’è la volontà di combattere il cosiddetto click-baiting, ovvero tutti quei post “attira click” che invogliano e incuriosiscono il lettore con immagini e titoli allettanti (ma che volutamente non svelano l’argomento lasciando un alone di mistero), a cliccare sui link promettendo determinati contenuti e poi in realtà si parla di tutt’altro, o addirittura, si tratta di vere e proprie truffe.

È proprio quindi per frenare questa tecnica scorretta e che ormai dilaga senza controllo, che Facebook ha deciso di modificare ulteriormente l’algoritmo premiando i post che portano a link esterni (come il tuo blog o sito!) secondo questi 2 parametri:

  • TEMPO: maggiore sarà il tempo di permanenza che gli utenti dedicano alla lettura di quel determinato contenuto e maggiore sarà la visibilità dello stesso su facebook, perché il tempo è indice senza dubbio di interesse e quindi di possibile valore aggiunto per altri utenti.
  • INTERAZIONI DOPO IL CLICK: l’algoritmo continuerà ovviamente a tenere conto anche di like, commenti e condivisioni al post stesso dopo la lettura del contenuto.

Il nuovo obiettivo di Facebook è quindi fare in modo che il nostro newsfeed sia sempre più popolato da notizie di qualità che valga la pena leggere, e non dai soliti post fasulli che vogliono solo ottenere il nostro click.

Sai cosa significa tutto questo?

Che la strategia di inbound marketing basata sui contenuti di qualità è in assoluto la miglior strategia che puoi adottare anche per il successo su facebook e in generale per tutte le tue attività online!

Se Facebook premierà i link esterni che portano a contenuti di qualità (come appunto i tuoi post blog), significa che il social network più popolare sta diventando sempre più inbound oriented:

“Content is the King” e anche l’algoritmo di Facebook finalmente lo sa!

Se ancora non hai un blog aziendale in cui pubblicare contenuti di qualità per attirare i tuoi nuovi clienti, ti invito a leggere questo dato molto significativo:

post-blog.jpg

Non puoi quindi ignorare l’importanza del blog, e ora ancora meno visto che a breve sarà il mezzo principale per ottenere maggior visibilità organica su facebook!

Se hai già iniziato a utilizzare la strategia di inbound marketing per promuovere il tuo business online, o magari la stai ancora valutando, non puoi perderti i suggerimenti utili che ti svelerò tra poco per fare in modo che i contenuti del tuo piano editoriale social (in particolare i link dei tuoi post blog) siano ottimizzati al meglio, così da catturare l’attenzione del nuovo algoritmo di facebook e fare il pieno di visite.

Quando posti quindi il link di un tuo post blog, metti in pratica sempre questi 4 super trucchi inbound per assicurarti la massima attenzione del nuovo algoritmo!

4 Trucchi Inbound “Cattura Algoritmo” per rendere magnetici i post blog su Facebook e aumentare la Visibilità

1) Post Blog con Titolo “Effetto Calamita”

Il titolo deve essere accattivante e conquistare subito il lettore

Il titolo del tuo post blog è in assoluto uno degli elementi più importanti per catturare l’attenzione dei fan, anche perché la maggior parte di loro cliccherà sul link solo se il titolo appunto, sarà coinvolgente. Il segreto di un titolo che cattura chi legge con un vero e proprio “effetto calamita”, ha queste caratteristiche ben precise:

  • Sintesi: il titolo perfetto non supera i 55 caratteri (spazi inclusi) e indicativamente le 5 parole.
  • Contiene la keyword: la presenza della keyword nel titolo è fondamentale a livello SEO, meglio ancora se la metti all’inizio.
  • Prima lettera parola in maiuscolo: mettere in maiuscolo la prima lettera delle parole più importanti, aiuta a dare più enfasi e a creare un effetto grafico di maggior impatto.
  • Deve essere in linea con l’immagine scelta: fai sempre in modo che immagine e titolo si completino a vicenda, come spiegherò meglio più avanti.
  • Chiarezza: il titolo deve comunicare subito di cosa si parlerà nel post. Va bene creare un po’ di suspense per incuriosire ma se promettiamo una cosa e poi nel post parliamo di un’altra è come fare click-baiting, e facebook ci penalizzerà senza ombra di dubbio.

titolo-post-blog.png

Leggi anche: Come Scrivere un Titolo per un Blog di Successo

2) Attenzione alla Meta-Description

La descrizione in breve del tuo post blog non va trascurata!

Così come ottimizziamo il titolo, anche la meta-description, ovvero la breve descrizione che compare sotto al titolo, necessita di dovuti accorgimenti. La lunghezza ottimale è al massimo di 160 caratteri (spazi inclusi), ma più è breve e meglio è! Anche in questo caso la sintesi è un elemento fondamentale. Se troppo lunga infatti, verrà tagliata e la sua efficacia diventerà poco incisiva. Così come nel titolo, va inoltre inserita la keyword principale del post blog. La funzione della meta-description è quella di dare qualche informazione in più sul contenuto del post blog, così da convincere anche il lettore più dubbioso ad aprire il link e leggere l’articolo. Un trucco che funziona molto è anche quello di scriverla in modalità call to action, così che il lettore possa avere un incitamento in più ad aprire l’articolo.

post-blog-meta-description.png

3) Ottimizza l’Immagine del Blog Post

L’immagine è la prima cosa che cattura l’attenzione!

L’immagine del tuo post blog è in assoluto la prima cosa che attira l’attenzione dei tuoi fan. Dato il suo ruolo di primo piano quindi, sceglila sempre con molta cura e tieni bene a mente queste considerazioni molto importanti:

  • Punta su colori accesi: è stato dimostrato che i colori caldi (come il rosso) sono in grado di attirare maggiormente l’attenzione, rispetto a quelli più freddi. Questo non significa che devi far diventare il tuo blog un tripudio di rosso, ma magari cerca immagini che abbiano al loro interno qualche dettaglio con questa tonalità cromatica.
  • Scrivi il titolo dentro l’immagine stessa: hai fatto caso che tutti i miei post blog hanno la scritta con il titolo del post direttamente dentro l’immagine? Il motivo è molto semplice: oltre ad essere esteticamente più bella e completa, con questo trucco metti ancora più in risalto il titolo del blog, che altrimenti nella semplice anteprima del link di facebook non avrebbe gran visibilità. Scegli accuratamente un colore in contrasto con lo sfondo per assicurare sempre un’ottima visibilità.
  • Occhio alle dimensioni: presta molta attenzione anche al formato dell’immagine in quanto se troppo piccola, facebook la taglierà riducendola a miniatura con la conseguenza poco simpatica che l’impatto visivo sarà molto più scadente. Per ovviare a questo problema, assicurati che l’immagine abbia le dimensioni ottimali per facebook: 1200 x 627 pixel.
  • Coerenza tra titolo e immagine: come accennavo prima, titolo del post e immagine devono parlare la stessa lingua, o meglio ancora, devono completarsi a vicenda, e fusi assieme creare qualcosa di veramente unico e magnetico.

Nel post di esempio che segue, ho tenuto conto di tutte queste considerazioni:

post-blog-immagine.png

4) Testo Post su Facebook 

Inserisci una call to action per incitare i fan a leggere il post

Quando pubblichi un post su facebook (ma anche su altri social) il testo del post stesso ha un ruolo molto importante perché funge da call to action (CTA), cioè da invito all’azione per cliccare sul link e leggere il post blog. Il testo del post perfetto è sintetico e altamente incisivo, magari con la presenza di qualche hashtag. Ecco un esempio pratico tratto direttamente dalla mia pagina facebook: in questo post ho inserito l’invito all’azione “Leggile SUBITO!”

post-blog-cta.png

Il tuo sito/blog è il fulcro, Facebook un semplice mezzo!

Ora hai tutti gli elementi per metterti in mostra agli occhi del nuovo algoritmo che premierà i contenuti di qualità, ma non scordare mai questo concetto molto importante:

mentre il sito/blog è di tua proprietà, la tua pagina facebook non lo è e tutto ciò che pubblichi è nelle mani di Zuckerberg.

Ecco perché devi pensare a Facebook (ma anche agli altri social) principalmente come mezzi per portare traffico al tuo sito o blog.

Se pubblichi post a caso su facebook senza inserire mai dei link che portino direttamente al tuo sito, la tua social media marketing strategy non sarà mai efficace!

Con il cambiamento imminente dell’algoritmo di facebook, puntare sui contenuti di qualità, e quindi sulla strategia di inbound marketing, è la miglior mossa che puoi fare per evitare che la tua fanpage diventi una città fantasma!

Che ne pensi?

Raccontami la tua opinione nei commenti qui in basso! 🙂

Se vuoi qualche dritta in più per scrivere i tuoi post blog al meglio, dai uno sguardo a questi altri interessanti articoli:

33 Idee per Scrivere un Blog Post Aziendale

Non sei un Blogger? Come far decollare un Sito con il Blog!

Inbound Marketing: 7 Regole per Post Blog Efficaci

Come Scrivere un Titolo per un Blog di Successo

7 Tipi di Post Imperdibili per un Blog di Successo

Inbound Marketing: come Scrivere un Post Blog di Successo

Inbound Marketing Irresistibile con la Scrittura Ipnotica!


Author: Alessandro Ferrari

Autore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *