Inbound & Outbound: Significato, Pro e Contro

Inbound & Outbound: Significato, Pro e Contro

Vediamo insieme cosa sono L’Inbound Marketing e l’Oubound Marketing, per cosa differiscono e quali sono i pro e contro di entrambi.

Inbound Marketing

L’obiettivo dell’Inbound Marketing è trovare i potenziali clienti.

La strategia dell’inbound marketing utilizza il rafforzamento della relazione con i consumatori che sono già alla ricerca di informazioni sui prodotti o servizi che vende la tua azienda. Il primo contatto avviene quando il contatto fornisce direttamente all’azienda i propri dati perché interessato a qualcosa che l’azienda offre. Chiaramente una volta saputo che una certa persona sta cercando un prodotto specifico, è facile riuscire a creare un rapporto volto alla vendita.

Perché gli utenti danno le loro informazioni di contatto alle aziende in maniera spontanea?

Perché in cambio l’azienda offre loro qualcosa di molto prezioso. Ad esempio un articolo del blog che affronta un problema che quella persona non sa come risolvere, un white paper che gli insegna qualcosa che vorrebbe scoprire o un e-book che fornisce una concreta soluzione ai loro problemi.

I canali e gli strumenti che utilizza l’Inbound Marketing sono diversi da quelli del marketing tradizionale. I più importanti sono la ricerca organica che consente di far trovare l’azienda dalle persone che cercano su Google, i contenuti, i Social Media e le email. Per saperne di più sulla strategia Inboud, leggi Come Acquisire Clienti Online in 3 Mosse.

Pro

Anche se per creare alcuni strumenti necessari per una buona strategia di inbound marketing (come gli ebook o i white paper) ci vuole tempo, il loro ritorno sull’Investimento (ROI) è molto alto. Se poi consideriamo la promozione che può essere fatta a questi contenuti (ad esempio la pubblicazione sui social media, che li può addirittura far diventare virali), con un piccolo sforzo si possono raggiungere moltissime persone e ampliare così il bacino di conoscenze dell’azienda in maniera esponenziale.

La creazione di molti contenuti che richiede l’inbound marketing porta a una migliore brandizzazione del marchio dell’azienda: se il tuo sito web contiene articoli su argomenti che riguardano la tua nicchia, viene visto come un esperto del settore per i consumatori che cercano informazioni su questo argomento. Inoltre il rapporto che si crea con i lettori e fan dei social network è per questo destinato a durare più a lungo.

Contro

Avrai bisogno di un sito web con funzionalità specifiche, come ad esempio una sezione per il blog, un software per inviare le email, un database per i contatti e uno strumento per la creazione di pagine che li convertano. Ma questo non è un vero ostacolo, stanno nascendo software sempre più adatti a questo scopo. È inoltre necessario avere una forte presenza sui social network e creare dei contenuti da condividere. Tutto questo richiede tempo e fatica.

Marketing Tradizionale

Il vecchio marketing, d’altra parte, si può ancora vedere tutti i giorni alla TV, alla radio, nei giornali, attraverso le telefonate dei call center, nei volantini, sui cartelloni pubblicitari, … 

Quindi l’obiettivo del marketing tradizionale è trovare i potenziali clienti per la tua azienda.

Si basa su l’invio di esplosioni di informazioni ad un vasto pubblico, nella speranza di ottenere risposte.

Nonostante i risultati dell’outbound marketing siano più difficili da calcolare e tendano a produrre un ROI più basso rispetto all’inbound marketing, è di solito le aziende investono fino al 90% del budget destinato al marketing in questo.

Pro

Se non è nuovo e alla moda, allora è obsoleto?

No. In alcuni casi la strategia migliore è proprio outbound. Ad esempio durante una chiamata a freddo, si possono utilizzare varie tecniche outbound per rivolgersi nella maniera più corretta al contatto.

Contro

Le aziende che utilizzano l’outbound marketing oggi si trovano di fronte a diversi problemi, ad esempio:

1. Difficoltà a calcolare il ritorno sull’investimento (ROI).
È impossibile capire quante persone hanno visto un volantino o un annuncio stampato.

2. Contrastare le tecniche di blocco della pubblicità.
Da un lato i consumatori diventano sempre più esperti del prodotto che vogliono comprare ancora prima della fase di acquisto, dall’altro sono sempre più in grado di limitare la loro esposizione alla pubblicità attraverso tecniche quali la lista delle opposizioni, i filtri antispam e l’uso di estensioni per i browser come AdBlock.

3. Costo elevato, basso rendimento delle campagne pubblicitarie.

Inbound Outbound Marketing: il futuro

Ecco perché l’Inbound Marketing sta diventando sempre più importante. I clienti nel futuro cercheranno sempre di più le risposte online, e la tua azienda dovrà essere sempre più presente. 

Se non sai cosa fare, scegli se preferisci spendere tempo e risorse per costrure relazioni o proporti in maniera interruttiva e forzata a persone che non sanno nemmeno di voler comprare ciò che vendi.


Author: Alessandro FerrariAutore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *