Marketing Scientifico: la Formula per Creare Testi Perfetti

Marketing Scientifico: la Formula per Creare Testi Perfetti

Vuoi che i tuoi potenziali clienti amino il tuo sito e i testi che crei online? Vuoi che leggano volentieri il tuo blog e i tuoi post sui social? Vuoi che le tue guide siano super condivise e riscuotano il successo che meritano? Oggi sei molto fortunato: è stata scoperta una precisa formula matematica che definisce quando un testo o un contenuto può piacere ai tuoi clienti.

Se capisci a fondo quello che stai per leggere e provi ad utilizzarlo nel tuo sito e nella tua strategia di Inbound Marketing, riuscirai a raggiungere davvero grandi risultati, in particolare per la SEO e la percentuale di conversione dei contatti nel tuo sito.

È importante che il contenuto sia leggibile

Con questo non voglio dire che devi usare un bel font, ma che dovresti creare testi di buona leggibilità, non complicati. Devi creare contenuti che possano essere letti facilmente, non solo guardati. Sia dalle persone che da Google. Infatti come si sono evoluti i motori di ricerca, si è evoluta anche l’importanza del contenuto di testo per la SEO.

Pensa che l’ultimo algoritmo di Google è stato creato per penalizzare i contenuti di bassa qualità, e quando è uscito nel 2011 molti siti sono scesi di posizionamento e hanno diminuito drasticamente il traffico nel sito e la visibilità aziendale online. Ora l’algoritmo di Google è sempre più intelligente, e si comporta come un utente reale: si interessa del livello di competenza, autorità e affidabilità di ogni contenuto nel web. Per scrivere contenuti migliori, ti consiglio di leggere anche Come Trovare Clienti con un Testo persuasivo.

Gli utenti interagiscono con i testi più leggibili

Non è una scoperta, le persone interagiscono con i contenuti, quindi rendili accessibili e adeguati ai tuoi potenziali clienti. Chiediti chi dovrebbero essere le persone che dovrebbero avere accesso, capire, metabolizzare, usare e interagire con il tuo contenuto, e crea un testo basato sulle loro conoscenze! Se hai a che fare con avvocati, il tuo modo di esprimerti sarà diverso da un’azienda che abbia come potenziali clienti i ragazzi universitari o le casalinghe. Ad ognuno il suo modo di parlare.

Infatti un modo per definire la leggibilità di un testo è “un contenuto accessibile e adeguato a chi lo legge”. Pensaci, studia bene il tuo potenziale cliente, e crea testi adatti a lui.

Creare testi poco leggibili è un grosso sbaglio anche per i motori di ricerca.

Se gli utenti non apprezzano ciò che scrivi nel tuo blog aziendale, anche Google non lo gradirà. Funziona proprio così. Un utente entra nel tuo sito e decide in pochi secondi se gli piace o meno. Se non gli piace, esce. Google memorizza questa informazione (visita corta e uscita in poco tempo) per il posizionamento futuro del sito.

Un altro utente fa la stessa cosa: entra nel sito e esce velocemente. Un altro utente fa la stessa cosa. E un altro ancora.

Google inizia a farsi un’idea del tuo sito, cioè che non soddisfa le persone che lo visitano. Gli utenti non interagiscono con il tuo contenuto. E decide che il tuo sito non dovrebbe essere posizionato in alto, così inizia a farlo scendere verso le posizioni più basse dove nessuno lo troverà mai.

Per questo sono sempre più convinto che la comunicazione, e la tua capacità di scrivere un buon testo, siano importantissimi anche per creare un testo online. I lettori ameranno i tuoi testi. Anche i motori di ricerca come Google li ameranno. E tu raggiungerai il tuo successo con l’Inbound Marketing e la tua strategia online.

La formula matematica per creare un buon contenuto

 La Formula di Flesh serve a misurare la leggibilità F di un testo in inglese.

Il modo di calcolarla è il seguente:

F = 206.835 – (0.864 * S) – (1.015 * P)

dove:

  • è il numero delle sillabe, calcolato su un campione di 100 parole;
  • il numero medio di parole per frase, che puoi trovare calcolando (numero di parole nel testo)/(numero di frasi)

Più risulta alto questo numero F, e migliore sarà il contenuto che hai creato. La leggibilità è alta se F è superiore a 60, media se si trova fra 50 e 60, bassa sotto il 50.

Ovviamente noi siamo in Italia, e la maggior parte delle persone che leggono questo blog sono aziende che hanno un loro sito e blog aziendale in lingua italiana, quindi probabilmente anche tu sarai interessato a quella, quindi eccola qui:

F = 206 – (0.65 * S) – P

Due consigli per creare un testo leggibile che passi l’esame della formula matematica:

  1. Usa parole semplici, con un basso numero di sillabe, e scegli parole corte piuttosto che sinonimi troppo lunghi.
  2. Trova la giusta lunghezza per le tue frasi, perché è un altro indicatore di leggibilità del testo. È stato studiato che più si alza il livello di educazione che hanno i tuoi lettori, più puoi concederti di creare frasi lunghe e complicate.


Author: Alessandro FerrariAutore, Imprenditore e Formatore esperto in Comunicazione, Tecniche di Vendita e Inbound Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *